Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

La vita degli altri

Immagine
di Neel Mukherjee

Le prime potentissime pagine di questo romanzo ci portano nel cuore della campagna bengalese degli anni Sessanta. 
Per capire le dinamiche familiari, politiche e sociali dell'epoca, avremo altre 600 pagine, ma all'inizio ce ne bastano solo tre per entrare nel vivo della questione, con la storia di Nitai Das, un contadino che, letteralmente ridotto alla fame, decide di ammazzare se stesso e tutta la sua famiglia piuttosto di continuare a vivere nella sofferenza.
La storia che Neel Mukherjee, scrittore indiano nato a Calcutta,racconta nel resto del libro non è però questa. Quella di Nitai Das è solo un prologo per introdurre la storia dei Ghosh, una ricca famiglia sulla via della decadenza nella Calcutta degli anni Sessanta, quando le rivolte di stampo maoista infiammavano la vita bengalese tranquilla e, fino ad allora, sempre uguale a se stessa.

Chi già frequenta la letteratura indiana, conoscerà il tema dei naxaliti, i ribelli maoisti che dagli anni Sessanta …